1. Pranzo sull’Isola Comacina e l’Esorcismo del Fuoco

Nessuna visita all’Isola Comacina, l’unica isola sul Lago di Como, sarebbe completa senza aver provato la leggendaria Locanda dell’Isola. Che arriviate sull’isola con un’imbarcazione privata, con il traghetto del servizio pubblico o perfino con un idrovolante d’epoca, molto probabilmente il proprietario Benvenuto Puricelli in persona vi accoglierà e vi accompagnerà al vostro tavolo con il suo tipico cappello con pon pon e il suo gilet scozzese. I tavoli disposti sulla riva sotto gli alberi vi offriranno un angolo di bellezza insuperabile, con una magnifica vista completamente aperta sul lago e le delicate onde che letteralmente sfioreranno i vostri piedi. Qui non c’è alcun bisogno di provare dei menù, già che la Locanda serve lo stesso pasto di sette portate dal 1947 e nemmeno Clooney riceve un trattamento speciale qualora avanzi richieste particolari. Tutti gli ingredienti sono prodotti localmente, i piatti vengono serviti senza fronzoli e sono semplicemente deliziosi: antipasto di verdure fresche marinate e carni stagionate locali, trota di lago direttamente dalla griglia guarnita con una fetta di limone, pollo nostrano arrosto e frutta di stagione servita con gelato di vaniglia artigianale.

La portata finale rientra tra le cose migliori da fare a Bellagio. Nel 1169, molto tempo prima dell’esistenza di Benvenuto e della Locanda, il Vescovo Vidulfo di Como lanciò un anatema sull’isola, dichiarando che chiunque avesse osato abitarla sarebbe morto di “una morte innaturale”. Disdegnata come semplice superstizione per secoli, parve che la maledizione alzò la sua testa minacciosa quando due dei primi proprietari della Locanda morirono abbastanza all’improvviso e in maniera abbastanza “innaturale”. L’autore britannico Francis Drake, che cenò qui negli anni quaranta, consigliò di ricorrere a un rituale del fuoco, che avrebbe spezzato la maledizione, e fu così che nacque “l’Esorcismo del Fuoco”. Dunque alla fine di ogni pasto, Benvenuto suona una campana ed esorcizza la maledizione bruciando brandy in una ciotola di rame. Il fuoco è annaffiato abbondantemente con caffè italiano molto forte e con copiose quantità di zucchero prima che venga servito per salvare tutti quanti da morte certa. Alla salute!

2. Sole e divertimento al Lido di Bellagio

Uno stupendo beach club di giorno e un club elegante di notte, il Lido offre la possibilità di divertirsi a qualsiasi ora e mette anche a disposizione una delle migliori attività di Bellagio. Portate il vostro bikini e l’asciugamano da mare per trascorrere una giornata in “spiaggia” e per rilassarvi stendendovi sul pavimento di legno ricoperto di sabbia sotto una tenda parasole mossa dalla brezza. Comode scalette – o un lungo scivolo d’acqua – vi porteranno direttamente nelle fresche acque del lago per una refrigerante immersione o per una breve nuotata tonificante; il bar offre cocktail, pranzi leggeri e un delizioso caffè. I visitatori possono acquistare un pass per mezza giornata o per tutto il giorno che permette l’accesso agli spogliatoi, ai bagni e l’utilizzo di una sedia a sdraio; ombrelloni e gazebo sono disponibili a un costo aggiuntivo.

Quando il sole inizia a tramontare, fate una doccia veloce, infilatevi il vostro tubino nero e prendete parte allo scenario in cui vedere gente e farvi vedere per gli eventi della serata. Il fine settimana vengono organizzati party con cena e ballo che offrono un menù fisso, un drink di benvenuto ed entrata omaggio al night club per ballare tutta la notte sotto le stelle. Musica dal vivo, famosi DJ e cocktail preparati con maestria contribuiranno a ravvivare la notte. La famosa / famigerata barca della festa parte da Como il fine settimana alle 22:30 e riparte da Bellagio alle 2 del mattino – ma la festa continua a bordo!

3. SUP – Surf in piedi con pagaia

Dalla Polinesia ai laghi italiani: l’antica tradizione del surf in piedi con pagaia – in gergo SUP – ha acquistato una fama globale. Questa forma di “rilassamento attivo” che i viaggiatori di oggi ormai bramano è una delle migliori cose da fare a Bellagio, e il Bellagio Water Sports ha tutto ciò di cui avete bisogno per la vostra avventura di SUP sul Lago di Como. La frazione di Pescallo, una piacevole passeggiata di dieci minuti dal centro della città, è un incantevole villaggio di pescatori di fronte al ramo di Lecco sul lago e proprio qui si trova il Bellagio Water Sports. L’esperto residente del posto Michele vi preparerà l’attrezzatura necessaria per il SUP – una tavola, una pagaia e un giubbotto di salvataggio – prima di fornire istruzioni dettagliate ai novellini o di mandare gli amanti del SUP con più esperienza per la loro strada. Di primo mattino o nel tardo pomeriggio sono i momenti migliori per praticare il SUP, quando le acque del lago sono mosse ormai da impercettibili increspature e il traffico di imbarcazioni è ridotto al minimo. La vista tutt’attorno a Pescallo non ha nulla da invidiare ad altri punti panoramici, con le montagne che si ergono nella distanza, i giardini splendidamente curati di Villa Serbelloni della Fondazione Rockfeller e le barche che ondeggiano attraccate al porto. Per gli amanti del SUP che preferiscono il loro rilassamento attivo un po’ più attivo, Michele propone esercizi di stretching e di equilibrio sulla tavola sotto la sua guida – un vero e proprio allenamento integrale e (molto probabilmente) una buona scusa per bagnarsi!

4. Ancore levate per Villa del Balbianello

Nulla è paragonabile alla navigazione attorno al Promontorio di Làvedo su un’imbarcazione privata e al primo avvistamento della Villa del Balbaniello situata sulla pendice della collina. Le torri gemelle di colore giallo, le tegole del tetto di terra cotta e la loggia ad archi ricoperti di piante rampicanti si offrono a uno scatto di straordinaria bellezza, insieme all’intero complesso immerso in un’oasi di verde, con le sue querce a cupola, gli imponenti cipressi e i platani dai tronchi nodosi. Questo complesso ha una storia degna di nota: construito dal Cardinale Durini alla fine del XVIII secolo nel punto dove sorgeva un antico monastero francescano, ingrandito dal Marquese Visconti nel corso del XIX secolo e poi restaurato per recuperare l’originaria gloria e splendore dall’uomo d’affari e politico americano Butler Ames dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Guido Monzino, che lasciò la tenuta alla Soprintendenza dello stato italiano dopo la sua morte avvenuta nel 1988, è forse la personalità più avvincente della villa. Rinomato esploratore e autentico uomo del Rinascimento, le visite alla villa includono la sua biblioteca e le sue mappe, esposizioni eclettiche dei suoi reperti antichi cinesi, africani e pre-colombiani, una rara collezione di pitture su vetro e una miriade di cimeli che testimoniano le avventure di Guido per tutto il mondo (inclusi un corno di narvalo e l’attrezzatura retrò di una scalata sul Monte Everest). Una passeggiata per i giardini squisitamente curati è un must assoluto, con o senza le ricostruzioni delle scene di James Bond e di Star Wars che sono state girate qui!

5. Shopping, Seta e Pane dolce a Como

La città di Como è stata il centro principale della produzione della seta in Europa dal XV secolo. Non solo il boom della seta portò prosperità alla gente di Como, la città fu anche capace di attirare rinomati artisti e architetti, politici e preti, commercianti e aristocratici milanesi che trasformarono questo paese sorto sulle rive del lago in una bella e movimentata capitale di provincia. È davvero uno splendido posto da visitare per un’escursione in giornata da Bellagio, sia in macchina serpeggiando per le curve e tornanti della strada che costeggia il lago, o in traghetto dal quale potrete godervi magnifiche viste e una piacevole tranquillità! I luoghi d’interesse da non perdersi includono la cattedrale del XV secolo e il Tempio Voltiano, dedicato al pioniere dell’elettricità Alessandro Volta, anche se la vera attrazione di Como è lo shopping!

Per tutti i fatti salienti che riguardano la seta, date un’occhiata al Museo della Seta dove troverete schermi interattivi che seguono la sua evoluzione partendo dal baco sull’arbusto di gelso fino al lussuoso tessuto finito al telaio. In Piazza Cavour, “In Seta” offre abbigliamento e accessori di seta provenienti dai nomi più importanti nel settore della moda, mentre Tessabit propone stili all’ultima moda direttamente dalla passerella. Dep (vicino alla statua di Alessandro Volta) è un vero e proprio palazzo del design che offre articoli per la casa, mobiliario e prodotti di bellezza davvero originali. Seguite il vostro naso che vi porterà a una delle squisite panetterie della famiglia Beretta (ne troverete una proprio accanto alla cattedrale!) dove potrete acquistare diversi tipi di pane, pizza e torte appena sfornate, e anche la Resta di Como, un pane dolce con agrumi canditi decorato con un rametto di ulivo.

6. Polenta e Panorami

Le montagne attorno al Lago di Como sono un paradiso per gli escursionisti: sentieri per trekking che presentano diversi gradi di difficoltà, scenari indimenticabili e la promessa di un incantevole chalet che offre abbondanti pietanze di montagna lungo il cammino. Pur non essendo la montagna più alta del lago (quest’ultima è Monte Legnone con i suoi 2.609 metri!), Monte San Primo è la cima più alta sul cosiddetto Triangolo Lariano tra i due bracci meridionali del lago e una delle nostre cose da fare a Bellagio preferite. Ci sono diversi sentieri per affrontare questa cima speciale, che vanno da quello semplice e panoramico a quello veramente faticoso, ma le ricompense sono numerose: un panorama senza eguali, polenta preparata proprio come quella che fa la mamma e uno straordinario esercizio fisico!

Il modo più semplice per raggiungere la cima è andare in macchina fino alla locanda rustica “Rifugio Martina” e affrontare con coraggio l’impegnativa camminata in salita di circa un’ora da lì fino alla vetta. E ancora meglio sarebbe cominciare nella frazione di San Giovanni a Bellagio, godersi quattro o cinque ore di camminata fino alla vetta e organizzarvi facendo in modo che qualcuno vi venga a prendere al Rifugio Martina, ma non prima di esservi saziati con la loro deliziosa polenta uncia, un piatto regionale squisitamente peccaminoso fatto con farina di mais macinata a grana grossa e tanto burro e aglio. Se siete tipi che adorate l’avventura, incominciate a Como sulla ferrovia funicolare fino a Brunate – noto come il “Balcone delle Alpi” – e raggiungete Bellagio con un’escursione di due giorni che include un pernottamento in uno chalet di montagna che offre anche il vitto. Le ampie viste sul lago e sulle Alpi dal sentiero di trekking della Dorsale del Triangolo vi faranno provare un’esperienza che non dimenticherete per il resto della vostra vita!

7. Il Parco Avventura e Divertimenti “Jungle Raider Park”

Se cercate un’esperienza speciale per tutta la famiglia sul Lago di Como, il Jungle Raider Park fa al caso vostro. Situato a circa mezz’ora da Bellagio sulle colline di Civenna, questo divertente parco avventura ha cinque percorsi con corde e teleferiche per bambini di tutte le età. Questi vanno dal percorso Baby facile da realizzare per bambini a partire dai 3 anni fino alle emozioni e scivoloni del percorso Tornado per persone di altezza superiore a 160 cm. Oltre alla piacevole ombra e all’atmosfera panoramica della foresta, il Jungle Raider Park infonde a tutti la confortante sensazione di aver raggiunto un obiettivo una volta portato a termine un percorso così impegnativo. Tavoli da pic-nic e un piccolo ristorante offrono la possibilità di fare facilmente rifornimento tra un percorso e l’altro, e ci sono delle piacevoli camminate boschive per chi nel vostro gruppo preferisce tenere i piedi piantati saldamente per terra.

Il Jungle Raider Park offre anche una gamma di escursioni di gruppo guidate. Nell’escursione di canyoning, seguirete un torrente locale a piedi e nell’acqua, incluse discesa in corda doppia e cascate, mentre l’escursione di speleologia vi porterà in profondità in grotte sottoterra, per esplorare stalattiti e stalagmiti insieme a laghi sotterranei e audaci “grotte verticali”. Vi saranno forniti tute subacquee, caschi, moschettoni, corde e imbracature, voi dovrete solamente portare con voi i vostri nervi di acciaio! O potrete abbracciare il vostro guerriero interiore in una battaglia di Softair, un gioco che consiste nella simulazione di un combattimento paragonabile al paintball, ma con pallottole biodegradabili invece di essere fatte di pittura. Vi daranno una tuta mimetica, occhiali protettivi e un fucile, ma fate bene attenzione: una volta che la battaglia è terminata dovrete rendere tutto quanto!

8. Catturare il Lago di Como su Tela

Gli artisti professionisti dello studio Abele Experientia Artis sanno perfettamente che rimettervi in contatto con il vostro lato creativo fa bene all’anima, specialmente quando siete in vacanza e vi godete la vostra libertà lontano dalla routine quotidiana! Questi artisti offrono una gamma di laboratori per pittori dilettanti, bambini abili nelle attività manuali e artisti esperti. All’inizio di ogni esperimento impararete a conoscere i vostri istruttori e il loro lavoro in mostra nello studio, prima di godervi una master class su come mescolare i pigmenti nello stesso modo in cui l’hanno fatto i pittori per secoli e secoli. Il laboratorio intitolato L’Alchimia del Colore segue le orme degli impressionisti nel dipingere en plein air l’ineguagliabile paesaggio del Lago di Como. Riflessioni Notturne dell’Anima è un laboratorio di pittura notturno unico, alla luce di una lanterna mentre le onde lambiscono delicatamente la riva. Il laboratorio dal titolo La Scultura Romantica si tiene nello studio Abele Experientia Artis, dove si impiegano l’argilla naturale e gli strumenti tradizionali dei maestri dei giorni andati per creare i vostri capolavori tridimensionali.

Gli artisti dello studio Abele Experientia Artis hanno in serbo qualcosa di speciale per i bambini con un’inclinazione creativa di età compresa tra i 5 e i 16 anni. Esperienza per Bambini è un laboratorio di scultura della durata di un’ora in cui possono creare il loro proprio souvenir speciale del Lago di Como utilizzando l’argilla naturale e dei semplici strumenti di legno. Nel laboratorio intitolato La Magia degli Acquerelli, i bambini imparano la tecnica elementare del pennello e gli ingegnosi trucchi cui ricorrere con questo mezzo versatile per creare un capolavoro fatto da loro in un’ora soltanto. Su richiesta, gli istruttori possono organizzare un’esperienza su misura pensata apposta per voi!

9. Sport acquatici all’Hotel Aurora

Dove potete trovare una squisita pizza italiana, un trampolino e campioni mondiali di sci nautico e wakeboard? Al Jolly Racing Club di Lezzeno, a soli dieci minuti in macchina a sud di Bellagio! Per una tariffa fissa, avrete accesso a sedie sdraio e ombrelloni, tavole per SUP e kayak, trampolini a terra e sul lago. A un costo aggiuntivo, potrete affittare il vostro motoscafo per una crociera attorno al lago o chiedere a Piero e al suo team di portarvi a fare wakeboard, sci nautico o acqua tube. Sarete in buone mani con gli istruttori del Jolly Racing Club, già che provengono da una famiglia di campioni! Piero è stato il capitano della squadra nazionale italiana di sci nautico e suo fratello Stefano ha vinto i campionati del mondo nel 1995, mentre Giorgia, che appartiene alla generazione successiva, ha vinto il campionato europeo di wakeboard nel 2010 all’età di 12 anni.

Con tutti questi sport acquatici inevitabilmente il vostro appetito si farà sentire, ed è una fortuna che il ristorante accanto al Jolly Racing Club presso l’Hotel Aurora (gestito dalla stessa famiglia!) serve una delle migliori pizze della città. L’ex campione Stefano è anche un campione in cucina, chef rinomato per il suo pesce di lago e i piatti di pasta, per i suoi cocktail creati con grande abilità e i suoi sibaritici dessert. E la vista del sole che tramonta sulle Grigne dall’altra parte del lago fa sì che ogni boccone abbia un sapore di gran lunga migliore…

Stand up Paddleboarding 2

10. Tour a piedi per Ville, Villaggi e Vino

Nonostante sia ormai una delle destinazioni turistiche più affollate e popolari sul Lago di Como, Bellagio conserva ancora alcuni angoli nascosti che fortunatamente si mantengono in disparte dalle moltitudini di visitatori. Un modo fantastico di esplorare le attività che Bellagio ha da offrire oltre ai negozi, alle gelaterie e ai ristoranti della zona del centro è prenotare un tour a piedi con un’esperta guida locale. Uno dei nostri tour preferiti è il Ville, Villaggi e Vino che vi porterà in tutte le piccole frazioni che formano la cittadina di Bellagio: Pescallo, che un tempo era un florido villaggio di pescatori, ha un fascino rilassato con le sue barche che ondeggiano attraccate nel porto; Vialone si presenta maestosamente con la neoclassica Villa Giulia; e le antiche mulattiere vi condurranno alla collinare Taronica, incantevole con le sue casette rustiche di pietra e l’impareggiabile vista sui due bracci meridionali del lago.

A San Giovanni, con la sua elegante chiesa barocca omonima, il tour a piedi vira in direzione di Villa Crella, costruita nel XVIII secolo, per una pausa ben meritata. I proprietari hanno in serbo delle avvincenti storie per raccontare lo scrupoloso restauro della villa secolare, prima che vi invitino ad accomodarvi nelle accoglienti cantine o sulla terrazza panoramica per un assaggio di vini locali. Le aziende vinicole della regione, seppure non siano così rinomate come le loro controparti toscane e piemontesi, producono dei vini sorprendentemente gustosi, come per esempio il Sorsasso di Domaso, un terroir elogiato nientedimeno che da Plinio il Vecchio nel I secolo d.C., il Munciar dell’azienda Terrazze di Montevecchia, un vigneto nella riserva naturale di Montevecchia tra Lecco e Milano, e il Valtellina Superiore della casa vinicola Fratelli Bettini, situata in un terreno coltivato nelle vicinanze di una valle alpina dove si trovano alcuni dei vigneti più scoscesi d’Italia. Il tour termina con una visita all’antico porto di Loppia e con una passeggiata per i giardini meticolosamente disegnati di Villa Melzi mentre si fa ritorno verso il centro della città.