Da Milano potete raggiungere Bellagio facilmente in un’ora e mezza o due, prima seguendo le indicazioni per Como/Chiasso e poi imboccando la strada che costeggia il lago da Como a Bellagio. Troverete tutti i dettagli nel nostro post pubblicato precedentemente, Come arrivare a Bellagio, qualora vogliate consultare altre opzioni di trasporto come per esempio il treno o il traghetto. Per quanto possibile, evitate di fare questo viaggio il venerdì sera d’estate, dato che in quella stagione i milanesi scappano dal caldo della città diretti verso le loro case di villeggiatura sul Lago di Como e c’è un’alta probabilità che i tempi alla guida diventino MOLTO più lunghi.

Una volta che i visitatori giungono sul Lago di Como, abbiamo notato che rimangono così rapiti dalla sua incomparabile bellezza che quasi non riescono a staccarsi dallo straordinario scenario in cui sono immersi per andare a fare escursioni in giornata in posti più lontani. Questo è il motivo per cui vorremmo raccomandarvi alcune soste prima di giungere al Palazzo o quando sarete ripartiti affinché possiate approfittare per visitare dei luoghi d’interesse culturale senza che vi venga sottratto del tempo prezioso dalle vostre vacanze sulle rive del lago. Di seguito ve ne proponiamo due che sono tra i nostri preferiti:

Da Milano potete raggiungere Bellagio facilmente in un’ora e mezza o due, prima seguendo le indicazioni per Como/Chiasso e poi imboccando la strada che costeggia il lago da Como a Bellagio. Troverete tutti i dettagli nel nostro post pubblicato precedentemente, Come arrivare a Bellagio, qualora vogliate consultare altre opzioni di trasporto come per esempio il treno o il traghetto. Per quanto possibile, evitate di fare questo viaggio il venerdì sera d’estate, dato che in quella stagione i milanesi scappano dal caldo della città diretti verso le loro case di villeggiatura sul Lago di Como e c’è un’alta probabilità che i tempi alla guida diventino MOLTO più lunghi.

Una volta che i visitatori giungono sul Lago di Como, abbiamo notato che rimangono così rapiti dalla sua incomparabile bellezza che quasi non riescono a staccarsi dallo straordinario scenario in cui sono immersi per andare a fare escursioni in giornata in posti più lontani. Questo è il motivo per cui vorremmo raccomandarvi alcune soste prima di giungere al Palazzo o quando sarete ripartiti affinché possiate approfittare per visitare dei luoghi d’interesse culturale senza che vi venga sottratto del tempo prezioso dalle vostre vacanze sulle rive del lago. Di seguito ve ne proponiamo due che sono tra i nostri preferiti:

San Pellegrino Terme

Il nome San Pellegrino è diventato ormai sinonimo della deliziosa – nonché raffinata e alla moda! – acqua minerale proveniente dall’omonima cittadina a nord di Bergamo. L’acqua San Pellegrino, ricca di sali minerali, viene prelevata e raccolta qui alla sorgente naturale, imbottigliata nelle iconiche bottiglie verdi con la stella rossa e inviata ai clienti più esigenti in tutto il mondo. Nonostante non sia proprio “sulla strada” andando da Bellagio a Milano, San Pellegrino Terme si trova a solo un paio d’ore da Milano (e la distanza è di gran lunga minore se venite dall’Aeroporto di Linate) e il centro termale che vi aspetta a destinazione è ideale per rinvigorire i viaggiatori appena atterrati dopo un lungo volo. Prendete l’autostrada A4 in direzione Venezia, uscite a Dalmine e seguite il Fiume Brembo fino a San Pellegrino Terme lungo la statale 470.

Una volta che sarete arrivati, date uno sguardo ai gioielli Art Déco situati sulle due rive del Fiume Brembo, il Casinò (adibito ora a spazio per eventi quali matrimoni e congressi) e il Grand Hotel (che riaprirà le sue porte nel 2019), entrambi reliquie della gloria di cui godette questa cittadina all’inizio del XX secolo quando i nobili giungevano qui da tutta Europa per i bagni termali. La struttura stessa delle Terme San Pellegrino, che fu inaugurata nel 1901, è stata restaurata di recente e ha recuperato così il prestigio degli anni passati, e offre oggi molteplici trattamenti pasti sani e oltre 30 pratiche termali che vanno dalle vasche sensoriali ai percorsi Kneipp, dalle saune ai bagni di vapore e dalle vasche di acqua calda panoramiche fino alle sdraio con vista sulle Alpi bergamasche. Consultate la pagina web per gli orari di apertura e i prezzi, e per mantenervi aggiornati sulle offerte speciali per pacchetti che includono trattamenti e pasti. Una volta che vi sentirete ben coccolati, potrete godervi ancora di più il viaggio da San Pellegrino a Bellagio che dura circa un’ora e quaranta minuti, prima seguendo le strade che passano in mezzo alla campagna verso Lecco e poi prendendo la strada che costeggia il lago fino a Bellagio.

Varese

A circa 30 minuti a nord-est del Sacro Monte sorge Porto Ceresio, un paesino sulle rive del Lago di Lugano rinomato per il suo eccezionale gelato. La Gelateria Golosone, situata sulla via principale, Via Butti, che attraversa il centro, offre più di 20 gusti di gelato artigianale e sorbetti di frutta, da quelli più tradizionali, quali la fragola e il pistacchio, a quelli più esotici, come la liquirizia e il fico d’india, oltre che a ghiaccioli e torte rigorosamente della casa. Prima di tutto pagate alla cassa specificando il numero di palline che volete nel vostro cono o coppa e quando sarà il vostro turno al banco, chiedete i gusti che più vi tentano (nel caso in cui la gelateria sia particolarmente affollata, richiedere un piccolo assaggio significherà essere guardati in maniera un po’ torva!). Quando sarete usciti dalla gelateria, non dovrete far altro che passeggiare fino alla riva del Lago di Lugano con il vostro prezioso tesoro e divorarlo mentre vi godrete una splendida vista!

Per proseguire da Porto Ceresio a Bellagio, seguite le strade secondarie in direzione di Como fino a imboccare la strada che costeggia il lago (impiegherete circa 2 ore) o prendete la scorciatoia che passa in territorio svizzero percorrendo la strada del Lago di Lugano (la durata è approssimativamente di un’ora e 40 minuti) – ma in quest’ultimo caso non dimenticatevi di comprare il contrassegno autostradale obbligatorio, noto con il nome di Vignetta.

Porto Ceresio

Giungendo da est, Varese e il Lago di Lugano sono due mete incantevoli per un’escursione in giornata che troverete sul vostro percorso quando vi starete dirigendo sul Lago di Como, specialmente se state arrivando dall’Aeroporto di Malpensa. Non solo avrete l’opportunità di conoscere uno dei giardini più belli della Lombardia e un luogo sacro di pellegrinaggio, ma potrete pure assaggiare quello che probabilmente è il gelato più delizioso d’Italia sulle rive del Lago di Lugano. Da Milano, il viaggio è approssimativamente di un’ora fino a Varese (e circa mezz’ora dall’Aeoroporto di Malpensa): seguite l’autostrada A8 in direzione Varese/Gravellona Toce, poi i segnali per il centro e lasciate la macchina nel parcheggio di Via Verdi.

Varese è una città di piccole dimensioni piuttosto sonnacchiosa circondata dai laghi italiani tra i quali il Lago di Varese. Meglio conosciuta come la Città dei Giardini e il luogo in cui si trova il Sacro Monte, annoverato dall’UNESCO nella lista del Patrimonio dell’Umanità, la città ha una combinazione unica di sensibilità svizzera ed eleganza italiana. Visitate il Palazzo Estense, un palazzo ducale che risale alla seconda metà del XVIII secolo e che ospita oggi la sede del municipio di Varese, e i Giardini Estensi circostanti con gli oltre 8 acri di rigogliose piante, un’elaborata arte topiaria, fontane e cascate. La sosta successiva è il Sacro Monte di Varese, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, approssimativamente a 15 minuti a nord della città. Questo percorso sacro è costituito da quattordici cappelle dedicate ai misteri del Rosario situate su un sentiero acciottolato di circa due km che culmina con il sublime Santuario di Santa Maria del Monte. Al di là del misterioso potere che in sé può trasmettere il pellegrinaggio, la vista del lago, il massiccio di Campo dei Fiori e le Alpi che da qui si possono contemplare nella distanza lasciano a dir poco senza respiro.